annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'angolo di ROL

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

    FATTURE PER OPERAZIONI INESISTENTI. IL PAGAMENTO ESCLUDE IL REATO

    Nei procedimenti per il reato di previsto dall’articolo 8 del D.Lgs. 74/00, il Giudice può escludere l’inesistenza oggettiva delle operazioni fatturate, se è avvenuto il pagamento. È quanto emerge dalla sentenza n. 30159/17 della Terza Sezione Penale della Cassazione.I Giudici di legittimità hanno…

    Commenta


      REATI TRIBUTARI. LE TASSE VENGONO PRIMA DEI DIPENDENTI

      La salvaguardia del livello occupazionale e il pagamento dei dipendenti non giustificano l’inadempimento tributario dell’imprenditore

      Risponde penalmente dell’omesso versamento delle imposte l’imprenditore che ha preferito impiegare la poca liquidità disponibile per retribuire i dipendenti. È quanto emerge dalla sentenza 29544/2017 della Terza Sezione Penale della Cassazione. L’amministratore di una società a responsabilità…

      Commenta


        BANCAROTTA IMPROPRIA DA FALSO IN BILANCIO

        Cassazione Penale, sentenza pubblicata il 15 giugno 2017

        Rischia una condanna per bancarotta l’amministratore della Srl fallita che nel bilancio non ha svalutato un credito inesigibile. Se la falsa appostazione contribuisce ad aggravare il dissesto, si configura il reato di bancarotta impropria da falso in bilancio.

        Commenta


          ASSOCIAZIONI. ACCESSO CON AUTORIZZAZIONE DELLA PROCURA

          È illegittimo l’avviso di accertamento basato su elementi acquisiti nel corso di un accesso eseguito nei locali utilizzati da un’Associazione culturale senza l’autorizzazione del procuratore della Repubblica. È quanto emerge dalla sentenza n. 1794/16/17 della Commissione Tributaria Regionale di…

          Commenta


            SOTTRAZIONE FRAUDOLENTA CON MOLTEPLICI PASSAGGI DI QUOTE SOCIETARIE

            I ripetuti trasferimenti delle quote di una società interessata da accertamenti per violazioni tributarie rendono più difficile il recupero delle imposte evase e ciò è sufficiente affinché si configuri il reato previsto dall’articolo 11 del D.Lgs. n. 74 del 2000.

            Commenta


              Originariamente inviato da ROL Visualizza il messaggio
              SOTTRAZIONE FRAUDOLENTA CON MOLTEPLICI PASSAGGI DI QUOTE SOCIETARIE

              I ripetuti trasferimenti delle quote di una società interessata da accertamenti per violazioni tributarie rendono più difficile il recupero delle imposte evase e ciò è sufficiente affinché si configuri il reato previsto dall’articolo 11 del D.Lgs. n. 74 del 2000.
              si dovrebbero monitorare queste situazioni con un un controllo automatico.....

              Commenta


                ACCERTAMENTI IN BANCA. NON BASTA INDICARE I NOMI DEI BENEFICIARI

                La prova contraria del contribuente non può essere generica

                Al fine di contrastare l'accertamento che si fondi su verifiche di conti correnti bancari, non è sufficiente la mera indicazione dei beneficiari delle operazioni ma deve essere precisata la loro ragione, in modo da escluderne la riferibilità ad operazioni imponibili.

                Commenta


                  AGEVOLAZIONE DISCONOSCIUTA. IL NOTAIO NON NE RISPONDE

                  Cassazione Tributaria, sentenza pubblicata il 17 maggio 2017

                  In tema di compravendita immobiliare registrata telematicamente dal Notaio, il Fisco non può pretendere dal professionista l’imposta di registro “complementare” per il disconoscimento dell’agevolazione.

                  Commenta


                    CCESSI “LUNGHI”. L’ATTO IMPOSITIVO È VALIDO

                    Cassazione Tributaria, ordinanza pubblicata il 27 aprile 2017

                    La permanenza degli agenti del fisco presso la sede dell’impresa oltre il termine stabilito dall’articolo 12, comma 5, della legge 212 del 2000 non ha conseguenze sull’attività accertativa, che resta pienamente valida. La verifica “lunga” può costituire, al più, un’irregolarità

                    Commenta


                      NO ALLO “STORNO” PER LE OPERAZIONI INESISTENTI

                      Cassazione Tributaria, sentenza pubblicata il 21 aprile 2017

                      L’operazione di storno di fatture con note di variazione dello stesso importo può ritenersi giuridicamente legittima unicamente nell'ipotesi in cui le operazioni oggetto delle fatture dette e delle successive note siano effettive

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X