annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'angolo di ROL

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

    L’applicabilità del nuovo istituto è stata estesa anche alle operazioni tra privati, poiché non può ipotizzarsi una soluzione differente, anche in considerazione del fatto che il 9° comma dell’art. 10-bis prevede in capo al contribuente l’onere di dimostrare l’esistenza delle ragioni extrafiscali di cui al 3° comma.

    Commenta


      L’Agenzia delle Entrate dopo aver accertato la condotta abusiva determina l’inopponibilità delle operazioni elusive effettuate dal contribuente impedendo al contribuente l’accesso ai vantaggi fiscali a cui miravano. L’ufficio provvede al recupero di quanto realmente» dovuto a titolo di imposte sulla base di un atto di accertamento atipico» giacché emesso in relazione a condotte di per sé consentite dall’ordinamento e non direttamente lesive di una norma di legge.

      Commenta


        La nuova disciplina sull’abuso del diritto è dotata di garanzie procedimentali sia nella fase antecedente alla condotta, con la possibilità del contribuente di presentare un interpello preventivo all’agenzia delle entrate, sia nella fase funzionale all’accertamento con la possibilità di una preventiva richiesta di chiarimenti dall’amministrazione finanziaria che assume valenza di contraddittorio

        Commenta


          La nuova disciplina, si riassume in cinque regole:
          1) il contribuente deve essere informato prima dell’emanazione dell’avviso di accertamento che vuole contestare l’abuso del diritto;
          2) il contribuente deve sapere in cosa consiste l’abuso (tali indicazioni debbono pervenirgli con atti notificati);
          3) il contribuente deve avere sessanta giorni per esporre le sue ragioni e queste devono essere valutate adeguatamente (nel caso venisse dato un termine inferiore a sessanta giorni, dal ricevimento dei chiarimenti del contribuente il termine di decadenza dell’accertamento sarebbe prorogato automaticamente sino al sessantesimo giorno, sforando nell’anno successivo, per consentire all’Ufficio di compiere le dovute valutazioni);
          4)l’avviso di accertamento dovrà essere motivato sulle ragioni espresse dal contribuente;
          5) la violazione delle regole che precedono determinala nullità dell’avviso.

          Commenta


            Le imposte o le maggiori imposte accertate sono iscritte a ruolo, unitamente agli interessi, dopo la sentenza della Commissione tributaria provinciale.

            Commenta


              L’onere della prova, come ha statuito il comma 9 dell’art. 10-bis,incombe sull’Amministrazione finanziari che deve provare l’esistenza della condotta abusiva, da parte sua non rilevabile d’ufficio,mentre il contribuente ha l’onere di dimostrare l’esistenza delle ragioni extrafiscali di cui al 3° comma.

              Commenta


                In realtà risulta meramente ipotetico lo spazio per stabilire gli oneri di prova a carico delle parti in materia di abuso del diritto, posto che in un processo sull’abuso, il problema non è tanto quello di accertare la verità dei fatti, quanto quello di valutarli nel loro significato sostanziale.

                Perciò non ricorre sul punto un vero e proprio onere della prova incombente sulle parti, ma un onere di allegazione a carico delle stesse: l’amministrazione deve allegare la struttura dell’operazione, il vantaggio fiscale indebito, mentre il contribuente deve allegare le ragioni sottostanti alle operazioni, il fatto che si tratta di un vantaggio lecito, le eventuali ragioni extra fiscali non marginali sottostanti alle operazioni:in tal modo i giudici sono tenuti a rimanere nell’ambito delle allegazione espletate.

                Commenta


                  In ogni caso le condotte abusive non determinano fatti punibili ai sensi delle leggi penali tributarie

                  che poi, al netto delle chiacchiere, il tutto per arrivare a questo.....

                  Commenta


                    è la sanzione penale che dava problemi e ti faceva decadere dagli incarichi....

                    Commenta


                      pagare una sanzione amministrativa è l'equivalente del costo di una tazzina di caffè per chi mette in opera queste operazioni...

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X