annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

HELP: Alternatività tra IVA e Imposta di Registro!

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • HELP: Alternatività tra IVA e Imposta di Registro!

    Salve a tutti, questa volta il quesito riguarda l'altrernatività tra IVA e Imposta di Registro, in particolare per quanto riguarda la tax del contr. preliminare.

    Il principio di altern. dice che se un atto scritto soggetto a imp. registro proporzionale (es. cessione di immobili) ha come oggetto un'operazione che ricade in ambito IVA, si paga questa e l'imposta proporzionale si converte in imposta (tassa) fissa (corrispettivo per la registrazione - servizio della PA). Benissimo, un esempio può essere:
    • Realizzo un contratto di cessione aziendale, che è esclusa dall'IVA. Pago l'Imp. Reg. proporzionale.
    • Realizzo una cessione aziendale camuffata, cedendo con più contratti più beni aziendali. La cessione di beni è operazione imponibile, quindi pago IVA (che recupererò) e Imp. Registro fissa. Tuttavia questa operazione potrebbe risultare elusiva (giusto?) e quindi Ufficio ha potere di "interpretare" atti, facendo riferimento a contenuto sostanziale e risultato da essi prodotto. In tal caso si applica la tassazione più onerosa, quindi Imp. Registro proporz. (che non si recupera).

    ALTERNATIVITA' E CONTRATTO PRELIMINARE:
    stipulo e deposito un contratto preliminare, pago bollo e imposta fissa di 168 euro. Se il contr. prel. è accompagnato da ACCONTO o CAPARRA pago anche un imposta proporz. su quel valore. Si distingue:
    • ACCONTO: se oggetto contr. prelim. è operazione non soggetta IVA pago il 3% sul valore di questo. Al momento della registrazione del contratto avrò poi una deduzione dall'imposta proporzionale definitiva di quanto già pagato sull'acconto . Se operazione è soggetta IVA: non pago il 3% ma emetto fattura con aliquota IVA applicabile. Poi quando depositerò contratto definitivo farò fattura sulla somma rimanente al netto dell'acconto. Deposito entrambe le fatture nel registro acquisti, che quindi mi determina la detraibilità dell'IVA (ok?)
    • CAPARRA: pago sempre imposta di registro proporzionale dello 0,50%. Se il contratto ha ad oggetto operazione esclusa dall'IVA quanto già pagato mi verrà dedotto dall'imposta proporzionale sulla somma pattuita. Se l'operazione è invece in ambito IVA perdo quanto pagato, perchè non posso fatturare una somma dovuta in caso aleatorio di risarcimento danni. QUI NON CAPISCO: perchè devo perdere quello 0,50%? Sicuri che sia così?


    Grazie mille a tutti

  • #2
    sembrerebbe una violazione dell'alternatività tra iva e registro, ma secondo me è da imputare alla natura giuridica degli istituti contenuti nel contratto: la caparra confirmatoria e il contratto definitivo regolarmente adempiuto che vanno tassati diversamente e in momenti diversi.
    Poni che se poi l'operazione non ha più natura giuridica risarcitoria e il contratto viene poi adempiuto, allora diventa un'operazione iva imponibile quindi quello 0,50% di registro versato (con funzione risarcitoria) "lo perdi" nel senso che lo hai già pagato a fronte di una funzione (quella risarcitoria) che pur sempre hai "usato". Questo è il mio pensiero .... non so però se ho risposto alla tua domanda,..Ciao

    Commenta


    • #3
      alternatività iva - registro

      Assolutamente no.. quanto hai versato a titolo di caparra o di acconto (in misura proporzionale) hai diritto a recuperarlo in sede di rogito. Non è possibile recupuerare solo le imposte fisse perchè assolvono alla funzione di imposta d'atto.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Taormina Visualizza il messaggio
        Assolutamente no.. quanto hai versato a titolo di caparra o di acconto (in misura proporzionale) hai diritto a recuperarlo in sede di rogito. Non è possibile recupuerare solo le imposte fisse perchè assolvono alla funzione di imposta d'atto.
        SCUSA come puoi recuperare caparra 0,5% registro se il resto è imponibile iva e quindi non soggetto a registro?
        Ultima modifica di artistik007; 16-02-2011, 23:16.

        Commenta


        • #5
          Quindi artistik tu pensi che lo 0,5% che pago sulla caparra risarcitoria sarebbe come "un'imposta sulla caparra" delle operazioni imponibili IVA. Cioè, io usufruisco di un'opzione del contratto preliminare (tassato IVA), che quindi viene tassata in re ipsa, a prescindere dall'oggetto del contratto. Potrebbe essere questa la ratio?

          Taormina (Quello VERO?! ) come funzionerebbe il recupero in sede di rogito? Giusto per capire velocemente, nel mio programma d'esame non c'è.

          Commenta


          • #6
            esattamente così! Devo dire che la domanda spinge molto a riflettere. Non è una domanda comune: complimenti!

            Commenta


            • #7
              bhè ti ringrazio!!! quando studio non mi piace imparare le cose a memoria senza capirle. Magari ci sto su una giornata, ma alla fine ci riesco!
              Speriamo che mi faccia i complimenti anche il prof. martedì!!!

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da artistik007 Visualizza il messaggio
                esattamente così! Devo dire che la domanda spinge molto a riflettere. Non è una domanda comune: complimenti!
                in bocca al lupo e ti auguro un bel voto!

                Commenta


                • #9
                  Crepi!!!! E' l'ultimo esame, poi tesi!!
                  Speriamo
                  Grazie mille per tutto l'aiuto

                  Commenta

                  Sto operando...
                  X