annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Compatibilità tra congedo parentale (maternità/paternità facoltativa) e tirocinio AE

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Compatibilità tra congedo parentale (maternità/paternità facoltativa) e tirocinio AE

    La cosa mi interessa da vicino... essendo impiegato bancario e padre d due bimbe di 24 e 7 mesi!!!


    Secondo voi è possibile chiedere la paternità facoltativa (potrei chiederla per 7 mesi per figlio) al proprio datore di lavoro per poter frequentare il tirocinio durante lo stesso periodo???

    Se il tirocinio è considerato come prova concorsuale e non come rapporto di lavoro subordinato, potrebbe esserci margine per rispondere affermativamente al quesito sopra esposto!!!

    Cosa ne pensate?!?!?

    Io non dormo da tre notti per cercare di trovare una risposta secca ed incontrovertibile...
    Ultima modifica di noiuno; 06-08-2008, 21:05.

  • #2
    Originariamente inviato da noiuno Visualizza il messaggio
    La cosa mi interessa da vicino... essendo impiegato bancario e padre d due bimbe di 24 e 7 mesi!!!


    Secondo voi è possibile chiedere la paternità facoltativa (potrei chiederla per 7 mesi per figlio) al proprio datore di lavoro per poter frequentare il tirocinio durante lo stesso periodo???

    Se il tirocinio è considerato come prova concorsuale e non come rapporto di lavoro subordinato, potrebbe esserci margine per rispondere affermativamente al quesito sopra esposto!!!

    Cosa ne pensate?!?!?

    Io non dormo da tre notti per cercare di trovare una risposta secca ed incontrovertibile...
    credo proprio di no... il periodo di maternità dura 5 mesi in genere 2 mesi prima e tre mesi dopo la nascite del bambino.
    Quello che chiedi tu è sicuramente diverso, ossia se un padre può prendersi un periodo dovuto alla cura del figlio. Questo è possibile ma la condizione è che il motivo deve essere giustificato e documentato (ovviamente si parla di ciò solo in casi di "malattia" del bambino che può essere anche una varicella). Comunque di sicuro non è possibile ottenere 6 mesi di permesso.
    Altro caso per cui può essere chiesto un permesso è legato al fatto di avere un parente stretto invalido, il permesso può essere preso per la durata complessiva di 2 anni durante il rapporto di lavoro, si parla di rapporto di lavoro a tempo indeterminato. ( solo per essere esaustivo...questi sono casi particolari)

    Commenta


    • #3
      ?????????????????????

      Essendo tu già impiegato bancario perchè vuoi fare il tirocinio?

      cerco risposta secca ed incontrovertibile...

      Commenta


      • #4
        Fossi in te resterei in banca. Posto fisso e tranquillo!

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da BUGS Visualizza il messaggio
          credo proprio di no... il periodo di maternità dura 5 mesi in genere 2 mesi prima e tre mesi dopo la nascite del bambino.
          Quello che chiedi tu è sicuramente diverso, ossia se un padre può prendersi un periodo dovuto alla cura del figlio. Questo è possibile ma la condizione è che il motivo deve essere giustificato e documentato (ovviamente si parla di ciò solo in casi di "malattia" del bambino che può essere anche una varicella). Comunque di sicuro non è possibile ottenere 6 mesi di permesso.
          Altro caso per cui può essere chiesto un permesso è legato al fatto di avere un parente stretto invalido, il permesso può essere preso per la durata complessiva di 2 anni durante il rapporto di lavoro, si parla di rapporto di lavoro a tempo indeterminato. ( solo per essere esaustivo...questi sono casi particolari)

          ti assicuro che ti sbagli...
          ti confondi con la cosiddetta "maternità obbligatoria" (astensione obbligatoria da lavoro per maternità)... tra l'altro retribuita all'80% per legge... ma al 100% per la quasi totalità dei CCNL...
          quello che intendevo io è la cd "maternità o paternità facoltativa" (congedo parentale, tecnicamente)... spettante per un massimo di 6 mesi (la faccio breve) per ogni figlio minore di 8 anni... se il bambino ha meno di 3 anni... spetta la retribuzione al 30%


          PS: il padre può usufruire di un mese in più rispetto alla madre (sette invece di sei)



          La mia domanda è: tale congedo è compatibile con il tirocino???

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da filostorob Visualizza il messaggio
            Fossi in te resterei in banca. Posto fisso e tranquillo!

            attualmente ho un contratto di apprendistato professionalizzante di 4 anni... nessuna certezza che venga convertito a tempo indeterminato...

            tanto più in periodi di fusioni bancarie!!!

            Commenta


            • #7
              Il congedo parentale ha come scopo principale l'astenersi dal lavoro per la cura del bimbo......temo che sia incompatibile con altri fini.....in fondo c'è la fattispecie dell'aspettativa.....prendi con le pinze quello che ho detto, pero' se chiedi ai sinsacati sicuramente ti consigliano. Anche io ho una bimba di 20 mesi.
              Ps. Dalla banca te ne scappi in a.e.??? Oh mamma mia questosi che è osare!!!! In bocca al lupooooo, io sono fori per poco!!!

              Commenta


              • #8
                esatto tettuccina...
                il nocciolo della questione è proprio questo!!!


                lo scopo della norma è quello di favorire il contatto tra genitore (soprattutto padre) e figli... quindi potrebbe configurarsi un abuso di diritto...


                ma interpretazioni estensive... potrebbero portare alla conseguenza che...

                io il congedo lo chiedo per stare colle mie bimbe... poi nulla mi vieta di partecipare anche alla prova concorsuale che consiste nei sei mesi di tirocinio all'AE...


                sta in piedi un ragionamento così????

                Commenta


                • #9
                  anche io...

                  ...pensavo al congedo parentale.
                  Lo ho già chiesto, perché devo studiare per l'orale di un altro concorso.
                  Ma pensavo di proseguire sino a farmi tutti i 7 mesi disponibili, in modo da coprire buona parte se non tutto il tirocinio.
                  Io sono un B2 in un ente pubblico non economico. La legge parla di astensione facoltativa che spetta sino a che il bambino ha 8 anni. Il nostro CCNL poi stabilisce che il primo mese spetta lo stipendio pieno, e i mesi successivi, solo sino al compimento del 3° anno del bambino, ridotto al 30%. Niente si dice però sul fatto che durante il congedo non si possa fare nessuna attività.
                  Io oltretutto ho chesto alla direzione regionale, per capire come si configuri giuridicamente il tirocinio, e mi hanno spiegato che non è un apprendistato o qualcosa di simile, ma è in tutto e per tutto attività unicamente riconducibile alla procedura concorsuale. Quindi una sorta di corso-concorso, per cui non vedo come possano impedire che, durante il congedo parentale, il genitore partecipi ad un concorso o segua un corso.
                  D'altra parte non vedo che tipo di controllo possa essere effettuato in tal senso.
                  Ciao

                  Commenta


                  • #10
                    esattamente quello che ho pensato io!!!

                    quasi quasi non la chiedo proprio l'aspettativa e vado diretto a chiedere il congedo parentale!!!
                    sarebbe anche più conveniente dal lato economico!!!

                    dovrei chiedere 7 mesi... e ce li ho disponibili...

                    vorrei lasciare il massimo di mesi disponibili a mia moglie... (quindi 6 + 6 = 12) ...

                    ne rimarrebbero (22-12=) 10 disponibili...
                    quindi 7 mesi posso tranquillamente prenderli...

                    me ne avanzerebbero altri 3... anche se non credo che li sfrutterò...

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X